Nesso vaccini autismo? Risarcimento bocciato!

La redazione di BUTAC è dall’inizio in linea con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, non ne abbiamo mai fatto mistero, e da quasi un anno siamo tra i fondatori di TeamVaxItalia, una rete di persone che spontaneamente si è impegnata a diffondere corretta informazione sulle vaccinazioni pediatriche. Con TeamVaxItalia abbiamo anche stilato una “Carta per la promozione delle vaccinazioni pediatriche” che ci piacerebbe tanto venisse diffusa il più possibile. Chiunque può aderire, aiutandoci nella battaglia per una corretta informazione.

La Carta italiana per la promozione delle vaccinazioni (“la Carta”) è una chiamata all’azione e uno strumento di advocacy per offrire a tutti l’opportunità di sostenere e diffondere l’importanza della pratica vaccinale. Le organizzazioni e gli individui interessati a questa finalità possono utilizzare la Carta per sensibilizzare e unire i decisori a livello nazionale, regionale e locale.

Alla stessa maniera è allineato anche BUTACmag dove ritengo sia importante riportare la sentenza della Corte di Cassazione al ricorso di una madre che aveva fatto richiesta di risarcimento danni indicando nel vaccino la causa dello sviluppo della patologia autistica in suo figlio.

Facciamo un passo indietro, la richiesta di risarcimento era stata presentata in primo grado al Tribunale di Pescara, che l’aveva respinta, quindi era stata presentata una prima volta alla Corte aquilana nel 2012, respinta, e ancora nel 2013, ancora respinta.

Ora con la sentenza 12427/2016 anche la Corte di Cassazione nega il risarcimento, escludendo la sussistenza di un nesso.

Come ci spiega Sanità24:

È quanto ha deciso la sezione Lavoro della Cassazione, confermando la decisione della corte d’appello dell’Aquila che aveva bocciato il ricorso per revocazione proposto dal giovane (attraverso la madre) contro la sentenza con cui già i giudici di Pescara avevano respinto la domanda di indennizzo e di risarcimento danni proposta dal ricorrente.

Tutti e quattro gli esperti consultati dai magistrati della Corte di Appello «avevano escluso la sussistenza del nesso causale» tra la patologia e la vaccinazione, con l’unico distinguo per cui secondo alcuni l’autismo deriva da «una interruzione nello sviluppo cerebrale in una fase precoce della vita intrauterina», mentre secondo altri c’è una «indicazione di multifattorialità nella eziopatogenesi di tale disturbo». In nessun caso, dunque, la “colpa”, in base alle risultanze del consulto di esperti che si sono pronunciati in questo giudizio, è ascrivibile alle vaccinazioni.

Perché riteniamo importante ribadire la cosa?

Perché è pieno di avvoltoi là fuori, avvocati e medici che spingono famiglie disperate a intentare cause perse, convincendoli della bontà dei loro intenti, quando sono solo avvoltoi che hanno fiutato la possibilità di un altro po’ di pubblicità gratuita e magari qualche parcella.

Sono tante le occasioni in cui questi avvoltoi hanno cavalcato sentenze e richieste indennizzi, su Butac abbiamo cercato sempre di fare chiarezza in merito.

Per non parlare dell’esauriente guida ai vaccini redatta dal Dott PA: Attualmente Vaccini.

Michelangelo Coltelli

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

0 Comments

Leave a reply

Contattataci

Avete un argomento di cui vorreste parlassimo? Volete farci sapere cosa ne pensate del Magazine?

Sending

2017 BUTACmag un magazine dedicato alla divulgazione della corretta informazione scientifica e non.

Disclaimer: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno rimossi.
or

Log in with your credentials

Forgot your details?