Gli attacchi ad personam

Ci sono soggetti che amano seminare zizzania, diffondere bufale, disinformare, manipolare, e lo faranno sempre solo e soltanto per proprio tornaconto personale. È il caso di chi ha scritto i post di cui parliamo qui sotto, post che tirano in ballo realtà che sono ben vicine a Butac e a BUTACmag:  VaccinarSI, Io Vaccino e i loro relativi admin e gestori. Siti che come sanno tanti di voi fanno parte della rete TeamVaxItalia, rete spontanea, nata per promuovere la corretta informazione sulle vaccinazioni pediatriche.

Quanto segue è parte di un post comparso su Autismo e Vaccini, pagina antivax per eccellenza che ha anche una sezione social su Facebook, per fare “chiarezza” su chi si celi dietro IoVaccino e VaccinarSI.

format_quoteA proposito delle campagne vaccinali di talune mamme, chissà quando sarà possibile vedere intervenire la Magistratura a carico di questi soggetti che non hanno alcuna competenza sanitaria o giuridica in campo vaccinale?
Per l’esattezza, sarebbe interessante comprendere cosa si nasconde dietro a questa campagna mediatica aggressiva.

Infatti, se si prende in esame la pagina Vaccinarsi.org, e si effettua una ricerca sul proprietario del dominio, si scopre che si tratta di una società di comunicazione padovana “Parte srl” con sito internet http://www.medianteam.it/

Queste sono società che in genere fanno pagare i loro servigi a suon di “mila euro”. Chi li sta pagando?

Se si studia il fenomeno TeamVax italia, ecco che il sito risulta registrato alla nota signora Alice Pignatti, la mamma che non ha ancora compreso che sua figlia avrebbe acquisito la pertosse anche se vaccinata
Curiosamente la Sig.ra Pignatti è Art Director presso la società “Axterisco srl” https://it.linkedin.com/in/alice-pignatti-54302351

. Sarebbe interessante capire se tra i clienti di questa agenzia risulta una società legata al mondo farmaceutico http://www.axterisco.it/web-agency-portfolio, ma certamente bisogna ammettere che le competenze e i canali di cui la signora Pignatti dispone non sono quelli della “casalinga di Voghera” per cui viene fatta passare, per sbaglio o per scelta.Altra persona con cui la Sig.ra PIgnatti ha portato avanti la sua campagna‪#‎iovaccino‬ è tale Miriam Maurantonio, che è (udite, udite) founder del sito www.thesocialmediamama.org

ed esperta di web contents https://it.linkedin.com/in/miriam-maurantonio-a30b4537http://www.trc.tv/…/at…/2015/03/08/miriam-una-social-mummy/…

http://www.voxart.it/2015/11/hashtag-aziende

Interessante, vero?

Chiunque lavori ed è esperto in questo settore sa molto bene che questi siti, e relativi personaggi, campano con i denari dei clienti che commissionano loro articoli e post sui social.
Qualcuno di voi pensa forse che questi personaggi sputano sangue per convincere il mondo a vaccinarsi contro qualunque malattia?
Come noi abbiamo denunciato infinite volte, questi signori sono in cerca di quattrini, di carriera e, qualcuno ingenuamente, di visibilità

L’avete letto fino in fondo? Avete trovato demistificate notizie diffuse da TeamVaxItalia o dalle due realtà di cui parla il post? Non mi pare, si tratta del solito attacco ad personam, fatto all’indirizzo dei gestori e admin delle suddette pagine.

Perché quando ci si trova nell’angolo e non si hanno altre argomentazioni si finisce spesso con questo genere di attacchi. Credo che tutti sappiate cosa s’intende con attacco ad personam, ma per non sbagliare ve ne riporto la definizione:

L’attacco è rivolto direttamente a qualità della persona che non sono rilevanti alla tesi in oggetto. Dunque vi è uno spostamento di indice referenziale. Nell’argumentum ad personam si comprende l’insulto e l’invettiva.

È vero quanto riportano? In buona parte sì: Alice Pignatti è una art director, si occupa della realizzazioni di siti web e della creazione di grafiche, ma è anche una mamma, una mamma che si è trovata di punto in bianco a dover affrontare un’emergenza sanitaria quando sua figlia di appena un mese e mezzo si è ammalata di pertosse. Alice che seguiva il gruppo di mamme Consigli da mamma a mamma, gruppo Facebook tra i pochi che già da tempo segue le indicazioni dell’OMS sulle vaccinazioni pediatriche, si è rivolta ai medici presenti e alle altre mamme per avere aiuto e supporto, da lì è nato un rapporto che si è sviluppato anche in IoVaccino, senza che ci sia bisogno di tanti segreti e complotti.

NOTA BENE: Un’altra cosa da evidenziare è che esistono due realtà VaccinarSi, quello di cui parla Vaccini e Autismo una è un sito ufficiale, che per forza necessita di persone che lo possano gestire, i medici del Siti e dell’Isistuto superiore di sanità non s’improvvisano blogger dall’oggi al domani, poi esiste un altro blog che noi citiamo spesso, quello di Ulrike Schmidleithner, gestito e realizzato da lei, gratuitamente, appoggiato su blogspot (spazio gratuito). Il blog di Ulrike è da anni un punto di riferimento per tanti genitori dubbiosi, proprio perché lei è così come scrive, trasparente, sempre con tutti.

Act of caringteamvaxitalia copy

Verissimo che dietro tanti dei nostri siti ci siano società che sanno crearli e renderli appetibili per i lettori: i siti devono essere fruibili, semplici e funzionali, e non è detto che un medico o una mamma sappiano fare lo stesso di una società specializzata. . Non ho la più pallida idea se Vaccinarsi.org abbia speso dei soldi, ma so con certezza che ad oggi non l’ha fatto TeamVaxItalia: il sito è stato realizzato internamente da noi, io sono l’autore del logo, Alice, se non erro, della grafica web.

Non ci paga nessuno

Nessuno dei due è stato pagato (e sia chiaro ci fossero delle entrate non ci sarebbe nulla di male, è comunque prestare il proprio tempo per un lavoro), l’abbiamo fatto perché riteniamo di fare un servizio sociale, ad oggi sia io che lei, come anche Ulrike, a tenere dietro ai nostri progetti pro-vaccini ci abbiamo solo rimesso. Perché lo facciamo? Perché è il nostro act of caring nei confronti della società.

È tutto alla luce del sole da parte di Alice e degli altri (tanti) membri di TeamVaxItalia, i nostri loghi e i nostri nomi sono presenti sul sito ufficiale che descrive bene la rete spontanea nata l’anno scorso, ma non tutti ci tengono a far sapere queste cose, e continuano a diffamare, a volte in maniera davvero imbarazzante:

13691130_10157821469550377_6695624962093774578_o (1)

format_quoteAutismo e Vaccini:
Buongiorno, se può consolarla, in merito al sito IoVaccino sappiamo per certo che è gestito da uno squilibrato mentale (ovvero in terapia psichiatrica) del nord-est italico affiliato al CICAP. Abbiamo la lista di vita, morte e miracoli, di questi siffatti perdigiorno al servizio dei venditori di fumo.

Utente di A&V:
Sono Sono senza parole…
Grazie

Autismo e Vaccini:
Di nulla. E purtroppo non è il primo caso di persone completamente estranee all’ambito sanitario che si lanciano in queste avventure che (in un paese normale)quantomeno dovrebbero essere valutate dalla competente magistratura.

Che sia io lo squilibrato mentale?

Quello qui sopra è il dialogo tra l’admin di Autismo e Vaccini e un papà che chiedeva informazioni circa l’attendibilità della pagina Facebook di IoVaccino, pagina che insieme a medici e mamme gestiamo per rispondere ai dubbi degli utenti. Gli admin di IoVaccino sono svariati, tra cui anche dei medici pediatri, ma onestamente bisognerebbe comprendere che nessuno su IoVaccino pretende di fare della ricerca, ma solo di trasmettere il parere della comunità scientifica internazionale. Tutto quanto viene riportato da noi di TeamVaxItalia trova riscontro negli studi e nelle ricerche pubblicate. Nulla di quanto riportiamo è oggetto di dubbi da parte della comunità, se non da parte degli antivaccinisti. Ho il dubbio che lo squilibrato mentale di cui parlano sia io, fosse così hanno ragione, sono squilibrato, squilibrato perché continuo (gratis) a scrivere per combattere la loro disinformazione (profumatamente pagata dalle pubblicazioni e dalle ricche conferenze) quando invece avendo la fortuna di due bimbi sani e vaccinati potrei tornare a fregarmene. Ma là fuori ci sono bimbi a rischio tutti i giorni, bimbi troppo piccoli per venire vaccinati, bimbi con problemi che rendono difficile vaccinarli, bimbi che se si ammalano potrebbero non essere così fortunati come la figlia di Alice.

Ma loro tutto questo non vogliono che lo capiate, quindi diffamano, che è il loro sport preferito. Ma sono attacchi che con mia grande gioia dimostrano come TeamVaxItalia stia dando fastidio a questi soggetti, al punto da fargli perdere le staffe sempre di più.

Discutere o diffamare?

Un conto è quando, parlando di scienza e medicina, ci si confronta sul comune terreno. Io sostengo una tesi e porto il mio studio, tu l’altra tesi e porti il tuo, e vediamo quale dei due è più verificabile e replicabile, quale dei due abbia più consensi nella comunità accademica, quale dei due sia quello a cui attenersi. Mentre invece qui l’attacco scade nel personale, esula dai contenuti scientifici, entra nell’attacco ai singoli, basandosi su supposizioni ed affermazioni basate sul nulla.

Affermazioni che denigrano senza portare prove; sarei curioso di sapere la risposta nel caso che qualche mamma dubbiosa chiedesse all’admin di Autismo e Vaccini di fare nome e cognome di chi, a detta loro , avrebbe problemi psichiatrici, quello che definiscono uno squilibrato mentale. Ma purtroppo, se mai faranno nomi, si affretteranno a cancellare il tutto, giusto per evitare d’incorrere in denunce, l’hanno già fatto altre volte.

Bisogna comprendere che seguire gente che usa, soprattutto in ambito scientifico, lo strumento della diffamazione per far valere le proprie parole è come affidarsi al ciarlatano che a fine Ottocento girava i paeselli a vendere l’olio di serpente. Purtroppo di neogenitori preoccupati che si affidano a questi ciarlatani ne vediamo sempre tanti, vuoi per ignoranza, vuoi per disinformazione. Noi come Butac abbiamo cercato di rispondere a tutte le domande che un genitore che si è avvicinato all’antivaccinismo può avere, l’ha fatto il nostro Dottor Pietro Arina con la sua lunga serie di articoli, Attualmente vaccini, ma anche con TeamVaxItalia, e tramite IoVaccino è stata fatta una bella guida, la Guida Intergalattica per genitori dubbiosi. Se siete tra chi ha ancora domande vi posso assicurare che con quelle due guide risponderete al 99,9% dei quesiti che affollano la vostra mente.

Non è mia intenzione rispondere per le rime agli attacchi ad personam dei nostri antivaccinisti preferiti, noi non siamo così.

Michelangelo Coltelli

aka

maicolengel at butac punto it

Se ti è piaciuto l’articolo, sostienici su Patreon! Può bastare anche il costo di un caffè!

0 Comments

Leave a reply

Contattataci

Avete un argomento di cui vorreste parlassimo? Volete farci sapere cosa ne pensate del Magazine?

Sending

2017 BUTACmag un magazine dedicato alla divulgazione della corretta informazione scientifica e non.

Disclaimer: Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Alcune immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno rimossi.
or

Log in with your credentials

Forgot your details?